Egregio Sig. Direttore,

scrivo a lei ed ai suoi pregevoli lettori per informarvi di un avvenimento che mi sta particolarmente a cuore.
Come probabilmente saprà da 38 anni a questa parte il Cai di Paina organizza il Via Vai, una corsa non competitiva tra le strade ed i cortili del paese. Dal 2012 il Cai ha deciso di chiamare la corsa “Io corro con Giovanni” e di donare tutti i proventi a favore della lotta contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica. Giovanni è un mio fraterno amico colpito da Sla nel 2006. In occasione dell’edizione 2012 il Cai ha fatto una donazione direttamente ad AISLA; dall’anno scorso, in concomitanza con la nascita della nostra associazione, i proventi della manifestazione sono stati suddivisi tra l’Associazione Io corro con Giovanni ed Aisla. Come potrà verificare dal nostro sito (www.iocorrocongiovanni.org), abbiamo utilizzato i fondi per finanziare progetti a favore della ricerca contro la malattia e per la formazione di personale specializzato nell’assistenza ai malati di Sla.
L’ultima edizione della corsa si è svolta domenica 27 aprile ed è stato un successo: abbiamo stabilito un nuovo record di partecipanti (quasi 2.900 persone) demolendo quello stratosferico della scorsa edizione.
Come potrà ben immaginare per pubblicizzare tale evento ci affidiamo ai social network, al volantinaggio ed al passaparola.
Abbiamo un tacito accordo, per cui possiamo ‘tappezzare’ l’intero territorio di Giussano senza problemi , ovviamente preoccupandoci di ritirare il tutto a fine manifestazione. Sfortunatamente una locandina pubblicitaria, di cui Le allego copia, è stata posizionata su un palo segnaletico al confine del Comune di Giussano, ma, ahimè, in territorio di Mariano Comense, più specificatamente in zona Perticato.
È qui che entrano in scena due zelanti agenti della polizia municipale del Comune di Mariano, gli agenti Grillo e Falcone. Questi, vedendo la locandina pubblicitaria, hanno avuto la brillante idea di fotografarla. Desidero complimentarmi per l’operato dei due intransigenti vigili che, ritenendo pericolosa la locandina e ravvisandone il contenuto commerciale, provvedevano ad emettere sanzione di euro 436,00 per infrazione al codice della strada.
I complimenti vanno altresì al Comune ed al comandante dei vigili di Mariano Comense che, da noi interpellati per una eventuale rimodulazione della sanzione, hanno mostrato indifferenza.
Sappiamo che la legge non ammette ignoranza, noi abbiamo peccato di superficialità per aver sconfinato di un centinaio di metri dal nostro Comune ma, dato lo scopo della manifestazione, pensavamo di non meritare un simile trattamento.
Auguro ai signori vigili urbani di perseverare salassando le manifestazioni a scopo benefico come la nostra; assicuriamo che per l’anno prossimo faremo più attenzione nel posizionare le nostre locandine al fine di non incorrere in altre gravi violazioni del codice della strada con il rischio di mettere a repentaglio la vita degli automobilisti.
Con la speranza di annoverarla tra i partecipanti al bellissimo ed emozionante prossimo Via Vai, la saluto con affetto,

il Presidente “Associazione Io corro con Giovanni“
Gilberto Colombo