Messaggio del presidente Gilberto Colombo

Ho preso la bella abitudine di rileggermi le mail che Giovanni mi inviava, non fosse altro per le cose intelligenti che scriveva.
Il ragazzo, con gli occhi si esprimeva meglio di molte altre persone, me compreso.
Sono particolarmente legato ad una mail datata aprile 2012, subito dopo la prima edizione di Io corro con Giovanni.
Era deluso di non esser stato presente, perchè ricoverato in ospedale, ma vedendo il video che era stato preparato, era felice del migliaio di persone che erano venute anche solo per salutarlo.
Mi inorgogliva il punto in cui rimarcava che con il Cai avevamo fatto una cosa storica. aggregare così tanta gente per una corsa , era una cosa importante mai vista sino ad allora.
Tanto importante che da quella occasione è nata l’idea di creare l’associazione che porta il suo nome.
Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata, e l’associazione è cresciuta sia in termini di soci, arrivando agli attuali 118 , che in termini di fondi raccolti, più di 90.000 euro senza contare questa edizione del Via Vai.
Anche quest’anno Giovanni non è presente, ma mi piace immaginare la mail che mi avrebbe scritto, sicuramente sarebbe iniziata con : Gilbo abbiamo fatto il botto!!
In effetti l’anno scorso abbiamo venduto 3500 bracciali, il nostro intento era di battere, come tutti gli anno il record precedente.
Bene ci siamo riusciti anche questa volta!
Braccialetti venduti numero 4147.
Ormai il Via Vai è entrato nel calendario ufficiale, non solo di noi amici e parenti di Giovanni, ma di tante altre persone, che vogliono manifestare la loro solidarietà per combattere la SLA.
Sono contento di vedere riunito questo fiume di gente. Ringrazio il Cai, organizzatore della corsa e socio forte dell’Associazione, il mio amico Antonio Beacco che mi ha presentato Donatello di Radio Babayaga, con il quale abbiamo organizzato la diretta radiofonica.
Ringrazio tutti i soci che mi hanno supportato in queste settimane di duro impegno.
Ringrazio lo speaker ufficiale della manifestazione Achille,gli asmici del Ristoro, tutti gli sponsor dell’evento, tutti i miei “spacciatori” di braccialetti che mi sbalordiscono ogni volta di più ed ovviamente grazie a tutti coloro che hanno acquistato il tagliando di partecipazione in particolar modo a voi presenti alla corsa.
Vi do appuntamento al 6 maggio presso l’Oratorio di Paina per la seconda edizione di “Solidarietà una partita da vincere” con gli amici dell’Ass. Un pozzo per la vita.

Grazie ancora.

Ciao Gilberto